Gruppo Rosario vivente - Ave Maria e Avanti


Vai ai contenuti

Vita e opere di Don Luigi Orione

VITA DI DON ORIONE


San Luigi Orione (1872-1940), una meravigliosa e geniale espressione della carità cristiana, una delle personalità più eminenti del secolo scorso per la sua fede cristiana apertamente vissuta. Ebbe la tempra e il cuore dell'Apostolo Paolo, tenero e sensibile fino alle lacrime, infaticabile e coraggioso fino all'ardimento, tenace e dinamico fino all'eroismo. A tutti ha indicato la via del bene. Sempre pronto e chino sui bisogni dei poveri, tesori e perle preziose, ha cercato di colmare di amore i solchi della terra, pieni di egoismo e di odio. Il cuore di questo stratega della carità fu "senza confini perché dilatato dalla carità di Cristo". Quest'umile figlio di un selciatore proclamava che "solo la carità salverà il mondo" e ripeteva a tutti che "la perfetta letizia non può essere che nella perfetta dedizione di sé a Dio e agli uomini, a tutti gli uomini".

Cronologia principale della vita di Don Luigi Orione:



1872: il 23 giugno nasce a Pontecurone (AL).
1885: il 14 settembre è accolto tra i Francescani di Voghera; viene dimesso nel giugno del 1886 a causa di una malattia che l'aveva ridotto in fin di vita.
1886: il 4 ottobre entra all'Oratorio di Valdocco (Torino) vivente Don Bosco; vi rimane tre anni.
1889: il 16 ottobre entra nel seminario della sua diocesi, Tortona (AL). Frequenta con profitto gli studi e lavora come custode in Duomo.
1892: il 2 marzo inizia l'apostolato in favore della gioventù, radunando ragazzi per il gioco e il catechismo. Il 3 luglio successivo, inaugurazione dell'Oratorio San Luigi.
1893: il 15 ottobre il chierico Orione, 21 anni, apre il primo Collegio nel rione San Bernardino di Tortona.
1894: il 15 ottobre il Collegio viene trasferito nel più spazioso " Santa Chiara"; apertura di Case per studenti a Genova e a Torino. 1895, 13 aprile Don Luigi Orione è ordinato Sacerdote.
1896: ottobre apre una Casa a Mornico Losana.

1898: il 5 agosto inizia la pubblicazione de "L'Opera della Divina Provvidenza". Nel settembre è chiamato a Noto (Siracusa) da Mons. Bandini; qui accetta il Collegio vescovile San Luigi e successivamente la Colonia Agricola.
1899: il 30 luglio avviene la vestizione dei primi Eremiti della Divina Provvidenza. Nell'ottobre, apre a Sanremo il Collegio San Romolo.

1901-1902: Da inizio alle Colonie agricole di Bagnorea, Cegni di Varzi e, in Roma, della Nunziatella, di S. Giuseppe alla Balduina, di Santa Maria a Monte Mario.
1903: il 21 marzo: approvazione diocesana della Piccola Opera da parte di Mons. Igino Bandi, vescovo di Tortona.

1904: maggio: avviene il trasferimento definitivo della Casa Madre in Via Emilia 63, a Tortona, chiamata " Convitto Paterno ". Viene affidata la cura della Chiesa di Sant'Anna dei Palafrenieri, in Vaticano.
1905: Don Orione apre in Tortona la sua prima tipografia.
1908: il 25 marzo: su richiesta di Pio X, Don Orione inizia il ministero al quartiere Appio in Roma, "la Patagonia romana".
1909: il 4 gennaio parte per la Sicilia per portare i primi e urgenti soccorsi dopo il terremoto disastroso di Reggio e Messina; apre un Orfanotrofio in Cassano Ionio.
1909: il 15 giugno, Pio X lo nomina Vicario Generale della Diocesi di Messina.
1911: l'8 dicembre, acquista Villa Moffa, a Bra (CN): sarà il Noviziato e casa di studi della Piccola Opera.
1912: nell'aprile, Don Orione può ritornare a Tortona, dopo i tre anni trascorsi in Sicilia. Il 19 aprile, durante una udienza emette i Voti perpetui nelle mani del Papa, San Pio X.
1913: nel dicembre partono i primi Missionari per il Brasile.
1915: il 13 gennaio: altro terribile terremoto ad Avezzano; Don Orione soccorre con prontezza ed eroica generosità.
29 giugno: Don Orione inizia la Congregazione delle Piccole Suore Missionarie della Carità. Avviene l'apertura del primo Piccolo Cottolengo in Ameno (Novara).
1918: il 29 agosto: a Tortona, implorando la fine della grande guerra mondiale, fa voto, col popolo, di edificare un Santuario alla Madonna della Guardia.
1921: il 4 agosto, Don Orione parte per il Sud America, Brasile, Argentina, Uruguay. Nuove opere a Rafat (Palestina) Colonia Agricola; a Rio de Janeiro, Casa di Preservazione; a Puerto Mar del Plata, Parrocchia e Collegio San Francesco; a Buenos Aires, Riformatorio Marcos Paz. Ritorna in Italia il 4 luglio 1922.
1923: prima Casa in Polonia, a Zdunska Wola; riapertura dell'Eremo di Sant'Alberto di Butrio ove giunge Frate Ave Maria.
1924: il 19 marzo: fondazione del Piccolo Cottolengo genovese.
1925: il 30 giugno: assume un Orfanotrofio in Acandia (Isola di Rodi).
1927: il 15 agosto: fondazione del ramo delle Suore Sacramentine non vedenti, in Tortona.
1929: Comincia la pubblicazione del periodico mariano " Mater Dei".
1931: il 29 agosto: inaugurazione del Santuario Madonna della Guardia in Tortona.
1933: nel novembre, da avvio al Piccolo Cottolengo di Milano.
1934: prima Casa negli Stati Uniti, a Jasper, Indiana.
il 24 settembre, parte per il secondo viaggio in America Latina.
1935: il 18 aprile: inizia il Piccolo Cottolengo Argentino, a Claypole (Buenos Aires).
1936: Inizia la presenza della Piccola Opera in Inghilterra, a Cardiff, e nel Sud Galles per assistenza agli emigrati italiani. Si apre anche in Albania a Shijak per l'assistenza ai lavoratori italiani.
1937: il 24 agosto rientra in Italia dal Sud America.
1938: inaugurazione dei nuovi Istituti "San Filippo Neri" a Roma e "Artigianelli" ad Alessandria. Avvio del Piccolo Cottolengo milanese.
1939: il 1 aprile, Don Orione ha un grave attacco di angina pectoris in Alessandria. Si riprende. Nel maggio, avvio di Villa Santa Caterina in Genova-Molassana, per Signore nobili decadute;, inaugurazione del Santuario della Madonna di Caravaggio, in Fumo (Pavia).
1940: il 9 febbraio, un nuovo attacco di angina pectoris minaccia la vita di Don Orione; riceve gli ultimi sacramenti; si riprende un poco. Trascorre i suoi ultimi giorni a Tortona. 6 marzo fa ultima visita al Santuario della Guardia e alle comunità; l'8 marzo con l'ultima " Buona notte " in Casa Madre saluta i Confratelli; il 9 marzo parte per Sanremo.
12 marzo: ultima Santa Messa e ultimo telegramma al Papa; alle ore 22,45, con le parole "Gesù, Gesù, Gesù... vado!", torna al Signore.
1980: il 26 ottobre: Don Orione è proclamato " beato " a Roma da Papa Giovanni Paolo II.
2003: il 7 luglio viene promulgato il Decreto che riconosce un miracolo per l'intercessione di Don Orione.
2004: il 19 febbraio durante il Concistoro dei Cardinali, annuncio della canonizzazione di Don Luigi Orione. Il 16 maggio - canonizzazione di Don Luigi Orione in Piazza San Pietro da papa Giovanni Paolo II.

Visualizza a pieno schermoIndietroPlayAvanti

Home Page | Vita e opere di Don Luigi Orione | Chi siamo | Maria Vergine | Solidarietà | Preghiere e lodi | Pubblicazioni | Ave Maria e Avanti | Contatti | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu